• VDA16 SLIDESHOW 0
  • VDA16 SLIDESHOW 1
  • VDA16 SLIDESHOW 11
  • VDA16 SLIDESHOW 2
  • VDA16 SLIDESHOW 3
  • VDA16 SLIDESHOW 4
  • VDA16 SLIDESHOW 5
  • VDA16 SLIDESHOW 6
  • VDA16 SLIDESHOW 7
  • VDA16 SLIDESHOW 8

Ornellaia 2016 “La Tensione”

L’artista Shirin Neshat è stata scelta per interpretare il carattere “La Tensione” dell’annata 2016 di Ornellaia. Per l’undicesima edizione del progetto Vendemmia d’Artista ha creato un’opera d’arte per la tenuta, le etichette per una serie limitata di bottiglie in grande formato e un’etichetta che esprime il carattere dell’annata in ogni cassa di Ornellaia (una bottiglia in ogni cassa 6x750ml).

Artista Shirin Neshat

Shirin Neshat è un’artista e regista che vive a New York. I suoi primi lavori fotografici includono la serie Women of Allah (1993-1997) che esplora la questione del “gender” in relazione al fondamentalismo islamico e alla militanza. Le prime opere dell’artista erano una serie di fotografie che esploravano le condizioni politiche e sociali della vita iraniana e musulmana, concentrandosi in particolare sulle donne e le questioni femministe. Nei suoi film successivi si è invece discostata dai contenuti apertamente politici o dalla critica a favore di un linguaggio figurato e di narrative più poetiche, raffigurando opposizioni astratte intorno alla società umana, l’individuo e il gruppo. Neshat continua ad esplorare e sperimentare i mezzi della fotografia, del video e del film. I suoi lavori più recenti includono la serie fotografica The Book of Kings (2012), The Home of My Eyes (2015) e la trilogia Dreamers composta da tre installazioni video: Illusions and Mirrors (2013), Roja (2016) e Sarah (2016).

Etichette Speciali

Come per ogni edizione l’artista Shirin Neshat ha creato una collezione di grandi formati: 100 Doppi Magnum (3L), 10 Imperiali (6L) e un unico esemplare di Salmanazar (9L). Shirin Neshat ha ideato anche l’etichetta speciale per il formato 0,750: una sola bottiglia con etichetta d’artista in ogni cassa di Ornellaia 2016. Tema centrale nella attuale presentazione è il vino come momento di condivisione sociale, una forza vitale che, nelle parole del poeta persiano Omar Khayyam, dovrebbe essere “goduta durante la nostra breve permanenze su questa terra”. Le etichette rappresentano dettagli di volti femminili, mani e corpi interamente coperti da scritture in lingua Farsi. Questi contrasti tra la morbidezza della pelle e la natura grafica del testo seducono lo sguardo e scatenano l’immaginazione.

Seleziona la lingua