• a
  • a_1
  • b
  • b_1
  • c
  • c_1
  • d
  • d_1
  • e
  • e_1
  • f
  • f_1
  • g
  • g_1
  • h
  • h_1
  • i
  • i_1
  • l
  • l_1
  • m
  • m_1
  • n
  • n_1
  • o
  • o_1
  • p
  • p_1
  • q
  • q_1
  • r
  • r_1
  • s
  • s_1
  • t
  • t_1
  • u
  • u_1
  • v
  • v_1
  • z
  • z_1
  • za
  • za_1
  • zb
  • zb_1
  • zc
  • zc_1
  • zd
  • zd_1
  • ze
  • ze_1
  • zf
  • zf_1
  • zg
  • zg_1
  • zh
  • zh_1
  • zi
  • zi_1
  • zl
  • zl_1
  • zm
  • zm_1
  • zn
  • zn_1
  • a
  • b
  • c
  • d
  • e
  • f
  • g
  • h
  • i
  • l
  • m
  • n
  • o
  • p
  • q
  • r
  • s
  • t
  • u
  • v
  • z
  • za
  • zb
  • zc
  • zd
  • ze
  • zf
  • zg
  • zh
  • zi
  • zl
  • zm
  • zn

Ornellaia 2011 “L’Infinito”

Ogni anno un artista di fama internazionale interpreta il carattere unico della vendemmia di Ornellaia attraverso un’opera ed esclusive etichette. Singolarmente firmate e numerate, le etichette d’artista vestono una serie estremamente limitata, in genere 111 pezzi, di grandi formati di Ornellaia. Ricercate da collezionisti di vino e di arte contemporanea, alcune di queste bottiglie vengono battute in occasione di speciali aste benefiche, i cui ricavati sono devoluti a favore dell’arte. Per interpretare L’Infinito, Ornellaia ha invitato l’artista canadese Rodney Graham a intervenire su 100 bottiglie doppio Magnum (3 litri), 10 bottiglie Imperiali (6 litri) e un’unica Salmanazar (9 litri). Rodney Graham, artista tra i più rinomati ed apprezzati a livello internazionale, ha lavorato sul tema dell’infinito, della parola poetica e del vino come fonte d’ispirazione per l’anima e per i sensi.

Artista Rodney Graham

Rodney Graham, canadese, è considerato uno degli artisti più importanti del momento. è riconosciuto per un’arte rigorosamente intellettuale, che spazia dalla fotografia al video, dalla musica alla scultura, alla pittura e ai libri. Il lavoro di Graham analizza sistemi sociali e filosofici del pensiero, con particolare riferimento all’Illuminismo e al Modernismo. Alla base delle sue opere c’è lo studio di un contesto storico, attraverso il quale dà vita a una narrazione complessa in cui incorpora riferimenti letterari, filosofici e giochi di parole visivi. Per interpretare L’Infinito di Ornellaia 2011 l’artista ha tratto ispirazione dal vino stesso che stimola il pensiero verso infinite possibilità di creazione, come la poesia. Il componimento poetico si pone come superamento della capacità percettiva, pensiero che permette di arrivare all’infinito. Rodney Graham ha rappresentato il Canada all’Esposizione Internazionale d’Arte la Biennale di Venezia nel 1997, e numerosi musei internazionali, quali Hamburger Kunsthalle, Musée d’Art Contemporain de Montréal, Vancouver Art Gallery, Art Gallery of Ontario, Museum of Contemporary Art, Los Angeles, gli hanno dedicato importanti mostre personali.

Opera

Rodney Graham è riconosciuto per un’arte rigorosamente intellettuale, che spazia dalla fotografia, film, video e musica alla scultura, pittura e libri. Trae ispirazione dalla sperimentazione scientifica del XIX secolo, dalla cultura pop degli anni ottanta del novecento, alla letteratura, rendendo spesso omaggio nelle sue opere ai personaggi che hanno influenzato la sua vita e la sua arte quali: Sigmund Freud, Edgar Allan Poe, Herman Melville, i fratelli Grimm, Richard Wagner, Stéphane Mallarmé. Il lavoro di Graham analizza sistemi sociali e filosofici del pensiero, con particolare riferimento all’Illuminismo e al Modernismo. Alla base di ogni opera c’è l’analisi di un contesto storico, attraverso il quale una narrazione complessa incorpora riferimenti letterari e filosofici attraverso la creazione di giochi di parole e visivi. Tra il corpus di opere più importanti dell’artista, è la serie di fotografie di alberi rovesciati che intendono richiamare sia le origini della tecnica fotografica, rievocando le immagini capovolte e invertite create dalle prime camere oscure, che l’attenzione sul processo di razionalizzazione che inquadra e definisce la nostra visione del mondo. Come spiega l’artista stesso:“non si deve andare molto a fondo nella fisica moderna per rendersi conto che la visione scientifica sostiene che il mondo non è davvero come sembra. Prima che il cervello la raddrizzi, l’occhio vede l’albero capovolto, allo stesso modo in cui appare nell’obbiettivo delle vecchie camere di grande formato che utilizzo”. “Ho scelto l’albero come immagine emblematica perché è spesso usata nei libri di divulgazione scientifica e anche perché venne usata nel testo di Saussure sulla linguistica per mostrare la relazione tra il significante e il significato”. L’opera che l’artista ha realizzato per Ornellaia è uno scatto capovolto della centenaria quercia di Bellaria situata all’interno della tenuta di Bolgheri.

Etichette Speciali

Per interpretare L’Infinito, Ornellaia ha invitato l’artista canadese Rodney Graham a intervenire su 100 bottiglie doppio Magnum (3 litri), 10 bottiglie Imperiali (6 litri) e un’unica Salmanazar (9 litri). Ha così composto alcune poesie, stampate poi sulle etichette con tecniche tipografiche tradizionali, con l’attenzione e la competenza proprie dell’eccellenza artigianale italiana. I 100 doppi Magnum presentano una poesia impaginata in un’etichetta dalla sagoma geometrica e regolare, mentre le 10 Imperiali e l’unica Salmanazar, ciascuna contraddistinta da una poesia e un’etichetta di forma diversa, sono esemplari unici ed esclusivi. Rodney Graham ha infine raccolto tutti i componimenti poetici nel libro d’artista Short Poems of Merit che, firmato e numerato, accompagnerà ogni bottiglia. I volumi presentano rilegature diverse per ciascun formato: carta per i 3 litri, tela per i 6 litri e pelle per la copia unica della 9 litri.

Evento

Il 12 Giugno ORNELLAIA è stata protagonista di un asta benefica con 9 lotti che hanno incluso 8 delle speciali bottiglie create da Rodney Graham per Vendemmia d’Artista Ornellaia 2011 L’Infinito in una cena di gala durante la quale Jamie Ritchie, CEO & President Sothebys Americas & Asia, ha battuto l’asta che ha raccolto 86.000 Euro: fondi che sono stati interamente devoluti all’AGO Art Gallery of Ontario di Toronto, che ha ospitato la Charity Auction Gala Dinner.

Seleziona la lingua